Sky condannata dal Tar deve risarcire gli utenti.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

A.E.C.I. | Associazione Europea Consumatori Indipendenti, con la partecipazione di CODICI, è scesa in campo per tutelare gli abbonati SKY. Le due Associazioni hanno deciso di avviare una class action per chiedere il risarcimento per tutti quei consumatori che hanno sottoscritto un abbonamento con SKY, salvo poi scoprire che il pacchetto scelto non prevedeva tutte le partite del campionato di Serie A, in quanto alcune di queste sarebbero state trasmesse da DAZN.

SKY è stata condannata dal TAR per pubblicità ingannevole ed aggressiva per aver venduto gli abbonamenti del pacchetto calcio, per il triennio 2018-2021, senza specificare che una parte delle partite sarebbe stata gestita da altro operatore, ovvero DAZN.

Una volta sottoscritto l’abbonamento, l’utente che voleva recedere si trovava davanti una serie di muri tra penali ed oneri da pagare a SKY.

La class action è stata avviata soprattutto per i clienti che hanno disdetto l’abbonamento pagando penali di recesso imposti dall’azienda.

Ricordiamo che il recesso non è un opzione ma è un diritto del consumatore e deve essere sempre garantito.

Gli abbonati SKY che sono interessati a questo tipo di iniziativa possono contattarci per ricevere assistenza e chiarimenti su come partecipare alla class action.

Associazione Europea Consumatori Indipendenti

A.E.C.I. Castelli Romani

Via Nettunense n. 217

00041 Albano Laziale (RM)

Tel. 0693376780

Sito web: www.aecicastelliromani.it

https://www.facebook.com/Consumatoricastelliromani

 

 

Richiedi informazioni