Vishing: truffa telefonica e comportamento scorretto delle banche.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Sai cos’è il vishing?

Il vishing è una truffa che avviene telefonicamente. La nostra Associazione (purtroppo) sta seguendo molti casi, commessi ai danni dei consumatori e, con questo articolo, cerchiamo di mettere in guardia i cittadini descrivendo uno dei tanti casi seguiti ma, soprattutto, vogliamo sensibilizzare le banche e denunciare il comportamento scorretto da parte degli istituti di credito che tengono a non rimborsare le somme sottratte illegittimamente ai mal capitati.

La truffa 

Uno dei tanti casi seguiti da AECI Castelli Romani, è quello di un cittadino vittima del vishing e dell’atteggiamento scorretto della propria banca. Il socio riceve un SMS con cui il suo istituto di credito gli comunica un tentativo fraudolento di accesso all’home banking. Poco dopo, l’associato riceve una telefonata dal numero verde riconducibile alla propria banca, da parte di un soggetto che si qualifica come operatore dell’istituto di credito, che lo informa dei tentativi di accesso non autorizzati sul suo account e che, per bloccarli, avrebbe dovuto comunicare i codici di sicurezza che avrebbe ricevuto tramite SMS. Nel frattempo, un’e-mail informa il nostro assistito di una serie di transazioni per un importo complessivo di circa 2.600 euro sul suo conto corrente.

Il comportamento scorretto della banca

L’associato, che si reca subito ad esporre denuncia ai Carabinieri ed invia reclamo al proprio istituto di credito, solo dopo 4 mesi riceve finalmente la risposta della banca alla richiesta di riaccredito delle somme sottratte causa truffa. Con stupore e rammarico, il consumatore riceve il rifiuto dell’istituto, che sostiene di non avere responsabilità.

AECI Castelli Romani ritiene inaccettabile l’atteggiamento degli istituti bancari che, sistematicamente, si rifiutano di rimborsare i consumatori.

Le banche devono verificare la sicurezza del proprio numero verde intorno a cui ruotano queste truffe.

Non è di certo i cittadino, che riceve la telefonata-truffa, a dover sapere se il numero è sicuro oppure no.

I consigli di AECI Castelli Romani

La nostra Associazione invita tutti i consumatori a prestare la massima attenzione quando si ricevono telefonate da chi si presenta come un operatore della propria banca.

LA TUA BANCA NON TI CONTATTA MAI TELEFONICAMENTE!

È importante, quindi, non comunicare i propri dati sensibili. Nel caso di dubbi, è bene presentarsi presso lo sportello del proprio istituto bancario.

L’associazione AECI Castelli Romani, fornisce assistenza ai cittadini che hanno subito questo tipo di truffe.

Per informazioni compilare il forum sottostante o scrivere a: castelliromani@euroconsumatori.eu  

Associazione Europea Consumatori Indipendenti

AECI Castelli Romani

Tel. 0693376780

Via Nettunense n. 217 Albano Laziale (RM

www.aecicastelliromani.it

Richiedi informazioni