Annullamento viaggi per coronavirus. Interviene la Comunità Europea: i consumatori hanno diritto ai rimborsi.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Da sempre, la nostra Associazione di Consumatori, ha sostenuto il pieno diritto, per i consumatori, di vedersi rimborsati i biglietti viaggio e, più in generale, i soldi spesi per i viaggi.

INTERVIENE LA COMUNITA’ EUROPEA.

Le norme introdotte dal Governo sono, dunque, in contrasto con quanto prevedono le leggi a tutela dei consumatori. Lo ha evidenziato anche la Comunità Europea che ha inviato una lettera formale ai Ministri Giustizia e Trasporti.

Il Governo ha dunque tempo sino al 28 maggio, per ristabilire i diritti dei consumatori per evitare l’ennesima sanzione a cui sarebbe sottoposta l’Italia.

La stessa Comunità è consapevole della crisi del settore turistico e dei trasporti. Crisi che dovrà essere supportata da politiche di sostegno e non dalle tasche dei consumatori.

Nella lettera inviata al Governo Italiano, a firma Didier Reynders e Adina Valean, si legge 

Siamo convinti che la Ue debba preservare i diritti dei viaggiatori e dei passeggeri. I nostri cittadini sono profondamente colpiti dalla crisi, molti hanno perso significative parte delle entrate e coloro che hanno scelto un viaggio prima della pandemia ora potrebbero preferire il rimborso per coprire altri pressanti bisogni

Associazione Europea Consumatori Indipendenti

A.E.C.I. CASTELLI ROMANI

Tutela del Consumatore a 360°

Tel. 0693376780

stio web: www.aecicastelliromani.it

Richiedi informazioni