Le vite dei consumatori sono dominate sempre più da prodotti e tecnologie interconnesse e sempre più automatizzate e intelligenti. Lo spostamento verso l’uso di sistemi automatizzati basati su algoritmi per le transazioni commerciali cambierà il modo in cui funzionano i mercati dei consumatori e le nostre società. L’intelligenza artificiale sarà, a breve, una presenza nella vita quotidiana dei consumatori. Tuttavia, dobbiamo assicurarci che i nuovi rischi emergenti siano evitati e che la società possa cogliere tutti i benefici di questa trasformazione.

LE OPPORTUNITA’ PER I CONSUMATORI

Siamo di fronte ad una prossima rivoluzione. Tra pochi anni i sistemi di intelligenza artificiale invaderanno il mondo dei consumatori. In futuro ci saranno applicazioni intelligenti per semplificare la vita dei consumatori e per aiutarli a risparmiare denaro. I sistemi di intelligenza artificiale possono diventare elementi fondanti di una nuova tutela del consumatore. Non solo auto autonome, ma anche APP pensate e predisposte per tutelare i  consumatori in quanto elementi vulnerabili. Persone anziane o malati cronici, per esempio, potranno beneficiare di sistemi di monitoraggio basati proprio sull’intelligenza artificiale.

In campo medico per le diagnosi precoci o per sistemi terapeutici user friendly (facilmente utilizzabili da tutti) potranno contribuire a prevenzione maggiore, cure e abbattimento dei costi del wellfare sanitario

L’obiettivo dei consumatori e delle Associazioni di Consumatori Europee (BEUC), tra le quali anche A.E.C.I. è quello di assicurare, per tutti  i consumatori, il diritto di beneficiare pienamente dei progressi tecnologici e dell’innovazione.

I RISCHI PER I CONSUMATORI

Dove ci sono opportunità, ci sono rischi. In termini generali, gli algoritmi utilizzati dalle aziende titolare della tecnologia, possono ottenere il controllo sul modo in cui i prodotti e i servizi possono funzionare. Possono avere quindi (o potrebbero avere) un’influenza sull’inclusione (ma soprattutto) sull’esclusione di persone e informazioni.

Ciò potrebbe creare situazioni di informazione e asimmetrie di potere che impediscono ai consumatori di prendere decisioni informate. Le aziende, dunque, potranno direttamente influenzare i processi decisionali individuale e collettivi.

Il processo decisionale algoritmico non ha solo un impatto sull’autonomia umana: può portare a nuovi rischi per la sicurezza. Ad esempio comportamenti imprevedibili di autovetture o rischi a causa della mancanza di standard di sicurezza informatica dei prodotti IT  basati su software.

Esiste, inoltre, il rischio della creazione di situazioni di iniquità o trattamento ingiusto se i dati dei consumatori non sono trattati in modo equo. Se non realisticamente controllato il sistema di intelligenza artificiale può dunque creare sacche di discriminazione sociale.

Dobbiamo dunque assicurarci che le nuove tecnologie non siano solo convenienti, ma anche sicure e non discriminatorie. Il ruolo delle associazioni di consumatori è esattamente questo.

FONTE IMMAGINE: PIXBAY.COM

ASSOCIAZIONE EUROPEA CONSUMATORI  INDIPENDENTI

A.E.C.I. CASTELLI ROMANI

Tutela del Consumatore a 360°

Telefono 0693376780

e-mail: castelliromani@euroconsumatori.eu

Sito web: www.aecicastelliromani.it